Finale volley maschile, le voci del postpartita

Alto Garda Pizzeria Piola festeggia il suo primo titolo arancioblù, accolto così da capitan Folli: “Ci abbiamo creduto fin dall’inizio. Siamo stati bravi a costruire un bel gruppo e abbiamo conquistato il titolo al primo tentativo perché fino all’anno scorso eravamo in Prima Divisione. Ora speriamo di fare bene anche ai Regionali. Il Rudiano? Squadra fortissima, ma una delle due doveva vincere, meglio sia capitato a noi”.

Il numero 10 Mattia Damin Curzio alza al cielo anche il trofeo di miglior giocatore della finale: “Non me l’aspettavo proprio, ma meglio così. Lo dedico alla mia famiglia. Questo successo è il premio per una stagione in cui strada facendo abbiamo visto che potevamo pensare in grande. Stasera non abbiamo imposto il nostro gioco come avremmo potuto, ma abbiamo tenuto in mano le redini della partita e ce l’abbiamo fatta. Cosa abbiamo avuto in più di loro? Forse più fame nell’ultimo set”.

Una profonda delusione aleggia in casa Rudiano: “Abbiamo sprecato molto nel primo set – confessa coach Vavassori – poi ci siamo ripresi bene, ma la sconfitta del quarto parziale ha pesato. Al tie break abbiamo avuto un colpo di coda che ci ha fatto sperare nella vittoria, ma non è bastato. C’è grande rammarico perché il campionato l’abbiamo vinto noi, mentre stasera dobbiamo fare i conti con il quinto argento da mettere in bacheca”.

Dove manca un oro da condividere con un pubblico straordinario. “Ci hanno seguito tutto l’anno. Sono la nostra marcia in più. Non hanno nulla da invidiare al tifo di Serie B. Speriamo di dare a loro e a noi stessi una bella soddisfazione ai Regionali, anche se ora la priorità è digerire questo boccone amarissimo”.

Gallery